ITA - ENG
La cultura; bellezza e progresso che non  ha prezzo...

La cultura; bellezza e progresso che non  ha prezzo...

Ne parliamo con  Andrea Ferrante, Assessore alla cultura di Pisa.
Cultura, deriva da coltivare e si riferisce a quel comportamento di cura che in se implica  una certa disponibilità di conoscenze. L’'insieme dei saperi ,dei costumi e dei comportamenti, oltre alle tradizioni  ,caratterizzano un gruppo umano , la cultura  di un popolo e di una città. A Pisa certo non manca quest'eredità e il suo influsso sul resto del mondo esterno ;Repubblica marinara nell'Undicesimo secolo, commercialmente e culturalmente grandiosa con l'arte di Nicola Pisano  e la fondazione della celebre scuola pisana di studi giuridici ;Cosimo dei Medici che qui si rifugiava dalla caotica Firenze, se ne innamorò, apportando opere di bonifica e le donò l'aspetto attuale perché modificò il Lungarni che prima ospitavano gli approdi commerciali,  mentre con il Duca invece, furono edificate le residenze nobiliari e la chiesa di Santo Stefano e la splendida Piazza dei Cavalieri. Un glorioso passato che attraverso le altre meraviglie di Piazza dei Miracoli con il Battistero, il Duomo è la Torre non fa che rivivere continuamente e attirare i turisti da ogni dove. La cultura è un'attrattiva indiscutibile dell'anima di una città, la sua sostanza, la ricchezza più grande perché racchiude in se tutto; storia, arte,  tradizioni e passione ;in una parola la cultura è e bellezza  e per comprendere meglio l'importanza e le  iniziative a suo favore abbiamo fatto qualche domanda al disponibile Assessore alla cultura di Pisa Andrea Ferrante:

Lei è Ing. Informatico e da consigliere comunale oggi assessore al Comune di Pisa per la cultura….ci da una sua personale visione o definizione di cultura?
Sono legato a quella definizione antropologica ,convinzioni, cognizioni e tradizioni che caratterizzano una società nell'ambito dell'amministrazione e una politica culturale è quella che crea occasioni per la circolazione di idee ,che permette  ai cittadini di fare esperienze e sviluppare i punti di vista anche che contestino i precedenti, cultura è progresso; in concreto significa costruire le condizioni perché la produzione e fruizione  culturale siano agevolate sia in termini logistici che economici e ambientali e cioè bisogna creare le condizioni di fondo ,perché se nessuno è educato ,ad esempio, ad ascoltare la musica, anche allestendo un grande auditorium non ci andrebbe nessuno. Per cui deve essere stimolata nelle scuole e  nella presenza di luoghi di cultura nel quartiere con  un associazionismo di base.


E’ importante investire in cultura’ ? A quanto ammontano le risorse finanziare disposte dal Comune per il suo assessorato ? Le ritiene adeguate per svolgere il suo incarico?
Investire in cultura in Italia è fondamentale .Al comune il budget cultura escluso il personale  è di circa 2 milioni di Euro l'anno ,poi ci sono le spese di biblioteca e di personale e  non ritengo adeguata la cifra perché ovviamente bisogna investire molto di più in Italia in cultura visto il patrimonio inestimabile a disposizione, e si sa che quello che è previsto è insufficiente.


Pisa è una città culturale che da sola richiama attenzione da tutto il mondo quali iniziative per implementare ancora di più l’afflusso turistico ?
Io non ho la delega al turismo ma  tuttavia  per quel che riguarda i beni storici abbiamo  recuperato le mura, abbiamo investito per migliorare il lastricato di Piazza dei Cavalieri, costruiamo le occasioni affinché si tengono eventi di grande  richiamo che siano interessanti per i cittadini e attrattivi  per i turisti presenti. Abbiamo prodotto una serie di festival  come quello di Internet e quello Dantesco quest'anno alla sua seconda edizione che  è presentato anche  alla fiera del libro di Milano; l'anno scorso molto è stato fatto sull'arte contemporanea ,quest'anno abbiamo aperto la Chiesa della Spina ,una bellezza  gotica del trecento , molto visitata, segnaliamo  centinaia di presenza ogni settimana, e dentro sono vi spesso installazioni di arte contemporanea. Lo scorso anno ancora una mostra a cielo  aperto di un noto sculture giapponese , Kan Yasuda.

Come è governare una città come Pisa?
Complicato ,governare una città come  Pisa  non è semplice perché ci sono grandi aspettative essendo una città culturale e le risorse limitate. La città fa anche  da produttrice  di servizi per un’ utenza  superiore a quella residenziale perché su 90.000  abitanti in realtà  ci devono essere servizi anche per oltre 200.000 persone che vengono da fuori, perché la città è popolata da moltissimi studenti e abitanti dei comuni limitrofi che vengono a Pisa e hanno bisogno di infrastrutture, luoghi, servizi adeguati

Quali sono i progetti avviati in città che le sembrano importanti o quelli da sviluppare..

Ora il  recupero delle mura e degli Arsenali Repubblicani che hanno un forte impatto turistico ;siccome poi  manca,l’obiettivo anche di  investire sull'arte contemporanea, e poi  tutto un lavoro per lo spettacolo dal vivo in Piazza dei Cavalieri

Ci può dare qualche anticipazione sugli eventi del Giugno pisano?
Per il Giugno pisano  ci saranno le regate della Repubblica marinara che sorprenderanno  quest’ anno perché ci sono ospiti istituzionali eccezionali, senza che possa svelare molto, posso dire  ci sarà inoltre il festival dantesco l'ultima settimana di Maggio che apre appunto il Giugno Pisano.  Nicola Piovani in Piazza dei Cavalieri; Giffoni leggerà dalla torre di Pisa il Paradiso e ci sarà un noto regista e altri ospiti molto rinomati .L’evento su Dante in particolare caratterizzerà la stagione pisana a lungo e presenteremo anche  molte iniziative come detto in Piazza dei Cavalieri anche per sottrarla agli abusi e l’ uso improprio della piazza di sera da parte di persone incivili che bivaccano fino a tardi sporcando. Fino alla metà di Giugno ci saranno molti spettacoli proprio nella Piazza.


Nell’ambito dell’ospitalità, le strutture ricettive che Lei conosce svolgono un ruolo importante…;il gruppo TowerInn con le sue tre strutture due delle quali adiacenti alla piazza dei Miracoli, Il Giardino e il Villa, e l’altra struttura 4 stelle , il  Pisavaldera in posizione strategica tra le più importanti città toscane,sono un fiore all’occhiello per posizione e servizi, per la recettività turistica, lei che ne pensa? Ci sono o saranno misure volte a implementarne l’attività?

Nel caso del gruppo TowerInn  c’è senz’altro un grande  merito dell'imprenditore Massimiliano Valente  che conosco .C’è una forte voglia di promuovere iniziative, la continua proposizione di  idee al di là del proprio interesse personale, un lavoro illuminato dalla passione  che permane la sua attività e  con chi fa impresa in questo modo  noi ci ragioniamo volentieri sempre, quindi chiamati su singoli progetti siamo interessati e pronti a discuterne senz'altro trovando misure adeguate e soluzioni mirate .
 
Ringraziamo per la gentile disponibilità l’Assessore Andrea Ferrante e lo invitiamo a venirci a trovare all’Hotel PisaValdera per una sosta al Bolero Restaurant Etichal Food.


 

offerte

SCOPRI LE NOSTRE OFFERTE E I NOSTRI PACCHETTI

Stop & Go all' Hotel Pisa Valdera

A partire da 30,00 al giorno a camera

Hotel Pisa Valdera è una sosta ideale per il tuo business

A partire da 54,00 al giorno a camera

Viaggi in Famiglia

A partire da 69,00 al giorno a camera

Prenota in anticipo!

A partire da 54,00 al giorno a camera

Day Use all' Hotel Pisa Valdera

A partire da 59,00 al giorno a camera

Meeting Room hotel Pisa Valdera

A partire da 100,00 al giorno a camera

AMPIO PARCHEGGIO

PERSONALE MULTILINGUA

RECEPTION 24H

WI-FI

Area di Servizio Gello SCG FI-PI-LI - 56126 Pontedera
0587/731246
P.Iva 02169150501 Privacy Policy
VISITA ANCHE L'ALTRO SITO DEL GRUPPO
Credits TITANKA! Spa © 2015